Al fresco tra le colline di Dalat – Vietnam

Da Lat è la capitale della provincia di Lam Dong (Vietnam del sud)

Vi consiglio di passarci un paio di giorni quando sulla costa la temperatura e l’umidità sono alte; questo perché il suo bel clima temperato (è situata sull’altopiano, a 1500 m slm) la rendono veramente molto piacevole.
Nella lingua locale Da Lat significa “fiume della tribù Lat“, fu fondata nel 1912 e divenne una città molto rinomata durante la colonizzazione francese; durante la guerra del Vietnam Dalat fu risparmiata dai bombardamenti e fu “conquistata” dai nordvietnamiti il 3 aprile 1975 senza
neanche uno scontro a fuoco.
Per visitarla tranquillamente vi consiglio di affittarvi un piccolo scooter visto che i siti da vedere sono lontani tra di loro, oppure in bicicletta anche se vi sono molti sali-scendi; a piedi è bello girare per il centro dove vi è un bel mercato.
Tra le cose da vedere, sicuramente la Crazy House di Hang Nga, la casa pazza di cui ho già parlato in un mio precedente  post (https://www.enricoguala.it/?p=908)

Se vi interessano i musei quello di Lam Dong espone antichi manufatti ed oggetti in ceramica, strumenti musicali e abiti tradizionali.
L’area mercatale ve la consiglio per fare acquisti dell’ottimo caffè vietnamita e per comprarvi qualche vasetto della squisita marmellata di frutta!

Nei dintorni da vedere vi sono alcune cose molto carine..(tralasciando la “Valle dell’Amore” che le guide lo definiscono “pacchiano” ..io una cavolata assurda) vi è il bel Lago di Tuyen Lam (circa 7Km da Dalat), si tratta di un bacino artificiale immerso nel verde alla cui sommità c’è una bella pagoda chiamata  Truc Lam, Se avete tempo su questo lago si possono anche fare dei giri in barca.

Per raggiungere il lago si può anche utilizzare una bella funivia lunga 2,3Km che passa sopra le distese di pini (consigliata).

Altra escursione degna di visita è la Pagoda di Linh Phuoc; questa bella pagoda riccamente decorata (ad ingresso libero) è stata costruita nel 1952 e si trova ad 8Km da Dalat; per raggiungerla si prende il treno che parte dalla stazione di Dalat (scendere al copolinea).
L’edificio principale ha una statua di Buddha seduto nella posizione del loto alta 5 metri; la pagoda di 7 piani custodisce invece una enorme campana di otto tonnellate ed è tutta ricoperta di foglietti con i desideri dei fedeli.

Altra escursione, questa volta naturalistica, sono le cascate “Datanla Falls” e le “Elephants falls”cascate dell’elefante; quelle Datanla sono più vicine (5Km a sud di Dalat) mentre quelle dell’elefante sono situate a circa 25Km da Dalat.

Se avete poco tempo una escursione a quelle Datanla immerse nel verde la consiglio.

Per quanto riguarda il dormire, ho pernottato alla Guest House Viet Thanh, costo $10 a camera a notte…simpatico il vecchio padrone. La GH offre sempre tutti i soliti servizi.. dall’affitto della bici, alla moto, alla prenotazione dei mezzi etc…camere discrete, non danno colazione

Per quanto riguarda i pasti c’è l’imbarazzo della scelta. .mi sono trovato bene al Peace Restaurant e la padrona che parla anche francese è molto simpatica.

per info scrivetemi!  info(@)enricoguala.it

dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat dalat

@genrico@

Vagabondo per natura, cittadino del mondo,appassionato di viaggi,reportage,fotografia, cultura asiatica e tibetana. Pagina ufficiale pubblica su facebook: https://www.facebook.com/lavitaeunviaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.