Alla Regina del mio Cuore (Fiaba Tibetana)

L’inverno è lungo,molto lungo, alle pendici Himalayane. Una mamma prima di andare a dormire, si distende vicino a suo figlio…è il momento magico di raccontare una fiaba..”Alla Regina del mio Cuore”, fiaba Tibetana

” Molti anni fa una femmina di rinoceronte e una leonessa vivevano da buone vicine in una foresta. Ambedue avevano due cuccioli nati nello stesso periodo e si erano sempre aiutate nel compito di crescerli. Così i due piccoli erano cresciuti da buoni amici.

Gli anni passavano e a un certo punto la femmina di rinoceronte capì di essere sul punto di morire, allora chiamò la leonessa e le disse “da un’occhiata ai nostri due figli, di modo che mai tra loro sorga alcuna contesa!”.

La leonessa comprese perfettamente l’anziana rinoceronte e fu d’accordo con lei. In quegli ultimi momenti, la leonessa non potè nascondere il dolore, e con le zampe asciugò le lacrime che le scorrevano dagli occhi.

Non molto più tardi anche la leonessa sentì di essere sul punto di lasciare il mondo. Ma prima costruì due capanne sui declivi opposti di un monte, una per il leoncino e una per il piccolo rinoceronte.

Poi disse: “presto vi abbandonerò: dovrete da soli badare a voi stessi, uno di voi abiterà al di qua, l’altro al di là della collina. Ciascuno di voi badi a tenere salda l’amicizia, e l’uno sia d’aiuto all’altro. Se voi terrete a mente questo, potrò chiudere gli occhi in pace e tranquillità.”

Dopo la morte della leonessa ognuno andò a vivere nella sua capanna seguendo i desideri della leonessa.

Un giorno però ambedue gli animali cominciarono a essere curiosi di sapere che cosa faceva l’altro e decisero quasi nello stesso tempo di chiederselo.

Così alla prima occasione d’incontro, il rinoceronte, chiese al leone:

“Leoncino, cosa fai al mattino quando ti svegli? “

“Quando mi alzo mi comporto precisamente come i miei avi: Prima mi distendo, poi mi stiracchio, do due colpi di coda, guardo prima a ovest e poi a est, quindi mi esercito a saltare!.. E tu?”

“Quando al mattino mi sveglio affilo il mio corno su una pietra, do due colpi di coda, stiro le gambe e poi saltello un poco “.

Poi si salutarono, ma qualcosa non funzionava bene. Una certa insicurezza cominciava a tormentarli.

Il leoncino infatti cominciò a chiedersi: “perché il rinoceronte fa tutto ciò? Che abbia cattivi propositi nei miei confronti? Ogni giorno infatti affila il corno e salta. Che si stia preparando ad attaccarmi?

Intanto il piccolo rinoceronte pensava circa le stesse cose: “il leone ogni mattina stira il suo corpo, da un paio di colpi di coda e guarda a ovest e a est. Si prepara a combattere. Che voglia divorarmi?”

All’inizio questi pensieri venivano subito scacciati, ma sempre più di frequente tornavano e ambedue gli animali presero l’abitudine di salire sulla collina a dare nascostamente un ‘occhiata al comportamento dell’altro.

Giorno dopo giorno in ciascuno dei due prese più forza il timore di essere attaccato “guarda come salta! Certo si prepara ad aggredirmi “; “guarda come affila il corno. E’ un pericolo per me… “

E più il rinoceronte vedeva il leone diventare forte ed elastico e più a sua volta cercava di affilare il corno, più il leone vedeva gli esercizi del rinoceronte più sentiva la necessità di allenarsi…

Certo il comportamento dell’altro non era innocente, anzi era minaccioso.

Presero a spiarsi con sempre maggiore frequenza, ormai salivano quotidianamente sulla collina e tutta la loro giornata era spesa a prepararsi a rispondere all’attacco dell’altro.

Più i due si spiavano, maggiore diveniva la rabbia reciproca, ciascuno di loro era veramente convinto che l’altro si stesse preparando all’assalto.

Un giorno si trovarono contemporaneamente sulla cima della collina e videro così confermate le loro certezze. ” Sta venendo ad attaccarmi! “

Nel loro accecamento il leone e il rinoceronte vennero a un terribile scontro, in cui impiegarono tutte le loro forze.

Durante lo scontro ambedue gli animali perirono e ora nessuno abita più nelle due capanne ai piedi della collina. “

@genrico@

Vagabondo per natura, cittadino del mondo,appassionato di viaggi,reportage,fotografia, cultura asiatica e tibetana. Pagina ufficiale pubblica su facebook: https://www.facebook.com/lavitaeunviaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.