Bangkok e Langkawi… alla scoperta del meraviglioso by Benedetta

Siamo una coppia che ama viaggiare.

Questa volta il nostro viaggio ci ha portato in Asia per e come prima tappa tre giorni aBangkok, una notte a Kuala Lumpur e poi 7 giorni alll’isola di Langkawi in Malesia, periodo meta’ gennaio. La scelta di questo itinerario e’ stata fatta in modo da comprendere velocemente qualcosa della cultura thailandese ma anche di assaporare un po’ di Malesia.

Il viaggio e’ stato fatto “fai da te” con un piccolo aiuto solo per la visita di bangkok (dato che avevamo solo due giorni e quindi per velocizzare I tempi di visita) affidandoci ad un’agenzia on line gestita da un ragazzo italiano di Firenze e la moglie thailandese, www.solimaibangkok.com, per gli hotel abbiamo in precedenza prenotato su internet dall’Italia. Siamo arrivati di pomeriggio a Bangkok e rispetto all’Italia che erano 4- 5 gradi sopra zero abbiamo avuto l’impressione di entrare in un forno appena usciti dall’aereoporto.

Tramite un taxi coloratissmo siamo arrivati in hotel nella zona di Sukhumvit il Rembrandt.

Il primo giorno a Bangkok con la nostra guida abbiamo scoperto una cultura molto affascinante ma anche contraddittoria dove moderno e antico si scontrano per dare come risultato la citta’ di Bangkok, o anche chiamata la citta’ degli angeli. La visita si e’ svolta prevalentemente nel centro storico della citta’ visitando il Wat Arun o tempio dell’alba, Il Wat Phra Kaeo e il Palazzo Reale (che poi il Palazzo Reale noi immaginavamo chissa’ cosa, invece e’ solo la facciata di un palazzo di fine ottocento) la statuetta del buddha di smeraldo, il simbolo piu’ importante per il popolo thailandese, il Wat Pho con il buddha lunga 47 metri e dove nel cortile e’ nata tramite un universita’ la tecnica del massaggio thailandese. Pranzo in un ristorante al Monumento della Democrazia, a base di “pad thai” il piatto che poi ci e’ piaciuto di piu’. Nel pomeriggio abbiamo visitato il Wat Suthat e la Grande Altalena, un portale che una volta veniva usato per effettuare dei rituali braminici. Ultima tappa il tempio la Montagna d’oro, il tempio che ci e’ piaciuto di piu’ dato che si trova in cima ad una montagnola e si puo’ vedere quasi tutta la citta’ di bangkok e tirava un po’ di aria.

La sera abbiamo cenato al Bayoke sky un hotel dove in cima si trovano vari ristoranti e risulta anche essere il punto piu’ alto di tutta la citta’ di bangkok, buffet molto vario, anche torte e crostate.

Il secondo giorno a Bangkok la mattina ci siamo diretti tramite taxi al centro commerciale MBK (em bi kei) le cui lettere sono le iniziali del nome del proprietario. Visita in assoluto da non perdere, viste le centinaia di negozietti di ogni tipo dove anche se non abbiamo capito bene sia tutta merce vera o falsa. A piedi ci siamo incamminati dall’mbk fino al nostro hotel. Il pomeriggio abbiamo rifatto I bagagli e siamo ritornati all’aeroporto dove avevamo il volo per Kuala Lumpur.

L’hotel scelto per la notte a Kuala Lumpur e’ il Frenz hotel abbastanza centrale a due passi da Little India. La sera infatti siamo andati a mangiare in un buonissimo ristorante indiano vicino al Central market e poi di corsa a vedere le famosissime torri gemelle Petronas. Siamo stati poco a K.L. solo una notte ma abbiamo avuto un impressione molto pacifica della citta’, o meglio molto piu’ rilassata rispetto al traffico di Bangkok, anche le persone ci sono apparse piu’ tranquille la citta’ molto pulita.

La mattina siamo stati in giro per Little India mangiando qualche samosa per la strada e dei buonissimi dolci indiani

Il pomeriggio siamo di nuovo all’aereporto di K.L per partire alla volta dell’isola di Langkawi.

L’aereoporto di Langkawi si trova immerso in un prato verdissimo, il cielo pulitissimo e finalmente il mare!

La spiaggia dove abbiamo alloggiato si chiama Pantai Cenang beach la principale,molto turistica ma dove si trova la piu’ bella e grande spiaggia, bungalow di tutti I prezzi e ristoranti di tutti I tipi sulla strada, quelli con prezzi piu’ alti si trovano sulla spiaggia.

A Langkawi abbiamo visitato Kuah Town, mercatini e tutta una serie di negozietti, anche se la merce ci sembrava la stessa che vendevano a Bangkok, camminando un po’ fuori si puo’ arrivare a piedi al porto dei ferry dove si trova una scultura enorme di un aquila dato che Langkawi e’ anche chiamata l’isola delle aquile.

Altra spiaggia non grande ma non affollata si chiama Pantai Kok beach nella parte ovest dell’isola anche se a poche centinaia di metri si trova un piccolo porto ci e’ sembrata molto tranquilla e pulita come spiaggia.

Nella parte ovest dell’isola siamo saliti su di una funivia per arrivare in cima ad una montagna e salendo ancora delle scalette in una foresta si arriva ad un ponte sospeso con una vista mozzafiato di tutta l’isola.

Molto particolare e’ anche la spiaggia a nord chiamata Tengkorak beach o la spiaggia delle scimmie, proprio vero perche’ dopo neanche cinque minuti che eravamo distesi a goderci il sole sulla spiaggia dietro di noi e’ arrivata una famiglia di scimmie che ha iniziato a dare spettacolo.

Per cenare a Langkawi si trova di tutto dal ristorante messicano al ristorante indiano e con 200Rm a persona si mangia un po’ ovunque.

Sawadikrap Thailandia, Selamat Detang Malesia!

Benedetta

 

@genrico@

Vagabondo per natura, cittadino del mondo,appassionato di viaggi,reportage,fotografia, cultura asiatica e tibetana. Pagina ufficiale pubblica su facebook: https://www.facebook.com/lavitaeunviaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.