Il Palazzo Reale di Zangla in Zanskar

Zangla Palace ed il Monastero femminile di Chan Chub Coling

zangla

Una bella escursione da fare in giornata da Padum è la visita al Palazzo di Zangla ed al Monastero femminile di Chan Chub Coling.

Appena dopo Padum la strada si divide e si prende a destra seguendo il fiume Zanskar, si passa Stongdey (12 Km da Padum) dove al ritorno ci si fermerà per visitare il bel Gompa e proseguendo per altri 20Km si arriva ad un ponte che porta a Zangla.

Tenendo ancora la destra si arriva alla Fortezza Reale di Zangla (Zangla Palace).

Il panorama dalla fortezza è straordinario,si possono ammirare suggestive stratificazioni geologiche dalle forme e colori particolari oltre che campi coltivati ad orzo e grano dai colori gialli accesi.

La fortezza reale è in parte rovinata anche se grazie ad un progetto di volontariato ungherese è incominciata un’opera di restauro (clicca qui per saperne di più); lungo la strada vi è una serie di Chorten (Stupa) l’ultimo dei quali,di notevoli dimensioni è stato recentemente restaurato.

La fortezza Reale è stata la residenza dei sovrani dello Zanskar, i Gyalpo, dal 16°secolo e i discendenti vi risiedevano saltuariamente fino agli anni 2000.

Una storia legata a questo Palazzo è che vi soggiornò anche Alexander Csoma de Koros (1798-1842), universitario ungherese,grande ricercatore e studioso delle zone Himalayane,secondo cui l’origine della propria razza fosse da ricercare in qualche parte nell’Asia centrale.

Con uno zaino sulle spalle attraversò il vicino oriente, entro in India e penetrò in Tibet proprio attraverso il Ladakh; il caso volle che a Leh incontrò un monaco,Palden Sangye Phuntsok,che aveva sposato la vedova dell’allora Re di Zangla,del piccolo regno dello Zanskar.

Nel giugno del 1823 si recò quindi con il monaco nel Palazzo di Zangla e vi rimase fino nell’ottobre del 1824.

Proprio in quel periodo Alexander Csoma, che prese il nome di Sikander Beg, diede inizio ai suoi studi Tibetani che si conclusero con il primo libro di Grammatica Tibetana in lingua inglese (Grammar of the Tibetan Language in English – Calcutta 1834).

Alexander Csoma de Koros si può definire come il primo tibetologo moderno.

Ridiscendendo verso il villaggio di Zangla, vi consiglio di prendere la strada che va oltre l’abitato e sale in direzione delle gole così da poter andare a visitare il Monastero femminile di Chan Chub Coling.

Nel Gompa risiedono una decina di monache molto ospitali che vi faranno visitare il piccolo ma molto bello Gonkhang e vi spiegheranno le attività che vengono fatte dentro il Monastero;al termine della visita ci è stato offerto un buon the ristoratore.

zangla map

zangla

zangla

zangla

zangla

zangla

zangla

zangla

Monastero femminile di  Chan Chub Coling

Chan Chub Coling Gompa

Chan Chub Coling Gompa

Chan Chub Coling Gompa

Chan Chub Coling Gompa

Chan Chub Coling Gompa

Chan Chub Coling Gompa

Chan Chub Coling Gompa

 

@genrico@

Vagabondo per natura, cittadino del mondo,appassionato di viaggi,reportage,fotografia, cultura asiatica e tibetana. Pagina ufficiale pubblica su facebook: https://www.facebook.com/lavitaeunviaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.